Luoghi d’interesse

Chiesa di San Salvatore – X secolo

Situata sulla collina che sovrasta l’attuale centro del paese e denominata Piazza Castello proprio per il fatto che vi sorgeva l’antico maniero. Si tratta di un tipico edificio di puro stile romanico, risalente al X secolo, anche se nel tempo ha subito modificazioni e rifacimenti strutturali che ne hanno alterato, in parte, l’originaria armonia. La parte più antica è individuabile nella piccola cripta sottostante il corpo superiore. Nella parte posteriore l’edificio è completato da piccole absidi. Inconfondibili sono la struttura e il disegno delle finestre del campanile, caratteristico anche per la
sua originale pianta rettangolare. L’interno è ad una sola navata, con il soffitto a travature i

n legno. Vi si conservano preziosi affreschi, recentemente restaurati, attribuiti a Martino da Verona e Battista da Vicenza, allievi del Pisanello.

Dal 1855 la chiesa di San Salvatore è meta di pellegrinaggio parrocchiale, ogni 5 agosto,
per ricordare la fine di una tremenda pestilenza attribuita dalla religiosità popolare all’intervento miracoloso della Madonna della Neve.

 

Chiesa di Santa Maria

Eretta dopo aver abbattuto la vecchia chiesa, venne ideata da Don Gaetano Danieli ed eseguita da Paolo Uderzo e l’ingegner De Boni; nel 1885 venne aperta al pubblico. Adornata da pregevoli stucchi di Rocco Pitacco conserva un altare di S. Lucia risalente al XVII secolo ed una statua della Vergine Col Bambino ancora più antica.